Modello Aida funnel marketing: in cosa consiste?

Nel marketing si assiste spesso a modelli che cambiano e si evolvono velocemente così come le abitudini e le preferenze dei consumatori. Tuttavia, esistono delle strategie consolidate e molto utilizzate, come il modello AIDA (Attention, Interest, Desire e Action).

Questo acronimo, AIDA, racchiude gli elementi fondamentali che caratterizzano ogni processo di acquisto da parte dei clienti e che possono influenzare positivamente ogni azione di marketing.

Il modello AIDA è teorico, ma la sua applicazione pratica si evince dai funnel di vendita, strumenti che permettono di accompagnare il cliente in tutto il processo di acquisto.

Il modello AIDA: un po’ di storia

Il modello AIDA venne presentato nel 1898 da Elias St. Elmo Lewis, un famoso pubblicitario dell’epoca che sosteneva che la mission principale di una réclame è proprio quella di puntare all’ attrazione e al coinvolgimento del proprio target.

Negli anni ‘20, poi, questo modello venne reso più ricco dallo psicologo E.K. Strong che aggiunge anche la satisfaction degli utenti come importante fattore da considerare.

Fu poi a partire dagli anni ‘60 che il modello AIDA ha conosciuto una maggiore diffusione e popolarità e, ancora oggi, rappresenta uno dei più validi tools per orientare il consumatore nel percorso ad imbuto (da cui deriva il termine inglese funnel) tipico del processo di acquisto.

AIDA: Attention, Interest, Desire e Action

Nel marketing, AIDA  significa, Attenzione, Interesse, Desiderio e Azione. Grazie a queste parole chiave che compongono l’acronimo, è possibile strutturare un funnel di vendita efficace per accompagnare il consumatore nel processo di acquisto.

Infatti, il primo passaggio, è quello di catturare l’attenzione degli utenti e della potenziale clientela. I metodi per arrivare a questo obiettivo possono essere diversi, ma devono essere in linea con i valori e l’immagine del brand per essere attraenti  e credibili.

La seconda tappa di questo particolare percorso a imbuto punta a suscitare interesse. Anche se ogni business dovrà puntare su una precisa strategia, sarà importante rendere evidenti i punti di forza di un prodotto o servizio, utilizzando testi, immagini e video che siano significativi. Il brand ha già conquistato una preferenza, l’utente è interessato a saperne di più, per cui è bene puntare su landing page interessanti e ben strutturate per passare allo step successivo.

La fase centrale del processo d’acquisto deve suscitare desiderio: se gestita correttamente, l’utente avrà ben chiaro i punti di forza del prodotto o servizio e dei vantaggi che potrà ottenere, anche rispetto all’offerta proposta dai competitor.

Si tratta di uno dei passaggi che richiedono maggiore attenzione: offrire un canale di comunicazione tra azienda e utente, in questo momento, potrebbe essere una strategia vincente.

Se il funnel di vendita è stato strutturato bene, l’ultimo step è quello dell’azione e della conversione in cui l’utente interessato diventa un cliente. Se però si pensa che il funnel si interrompa con l’acquisto e che la strategia di marketing sia finita qui, si rischia di commettere un grosso errore, ovvero quello di non prendersi cura del cliente nella delicata fase post-vendita.

Il modello elaborato finisce con l’azione, ma richiede che ci si occupi con attenzione dei clienti dopo l’acquisto permette di instaurare una relazione a lungo termine con essi che potranno diventare dei promotori del brand.

Gli sviluppi del modello AIDA

In realtà, anche se questo modello è ritenuto uno degli strumenti più validi, un vero e proprio evergreen nel marketing, oggi è possibile arricchirlo con altri step che sono in grado di rispondere al meglio alle esigenze dei consumatori.

È stato elaborato il modello BAIFDASV che non si conclude con l’acquisto, ma include alcune fasi indirizzate a ottenere la soddisfazione dei bisogni e la fedeltà del cliente.

Alla strategia di marketing AIDA possono essere aggiunte ulteriori fasi specifiche per il delicato momento post-acquisto.

Si tratta dell’adoption, ovvero la prova del prodotto o del servizio, utile per avere un feedback dell’utente, la retention, ovvero la fidelizzazione del cliente con comunicazioni ad-hoc, per proseguire con la fase di expansion con strategie di upselling e cross-selling per arrivare all’ultima fase che vede il cliente diventare ambassador del brand.

Vuoi sviluppare la tua strategia di marketing online al meglio? E ottenere dei risultati tangibili? Chiedi una Consulenza a noi di Marketing Formula!

Articoli correlati

Web Advertising
Digital Marketing
Marketing Formula

Web Advertising: cos’è? Chi è il web advertiser?

Da diversi anni il modo di comunicare, informarsi e interagire è cambiato, oggi le aziende devono intercettare il proprio target utilizzando una comunicazione prevalentemente online. L’utilizzo diffuso dei dispositivi mobili e l’evoluzione delle reti internet, ha portato oltre il 90% dei consumatori a spostare l’attenzione online, in particolar modo, quando si tratta di acquistare un

Leggi Tutto »
campagne dem
Digital Marketing
Marketing Formula

Cosa sono e come usare le campagne DEM?

Le campagne DEM sono uno dei tanti strumenti di marketing a disposizione delle aziende e dei professionisti per far crescere il business. L’utilizzo delle DEM può avere diverse finalità, tra cui quella di migliorare il dialogo con i propri clienti e di proporre offerte mirate e di reale interesse per il proprio pubblico. In particolare,

Leggi Tutto »
spotify advertising
Digital Marketing
Marketing Formula

Come utilizzare la piattaforma di annunci Spotify Advertising

Spotify conta più di 400 milioni di utenti attivi in tutto il mondo e quasi 170 milioni utilizzano un account premium. Un utente trascorre mediamente circa 3 ore al giorno su Spotify, con questi numeri è facile intuire l’importanza di Spotify Advertising. Parliamo della piattaforma pubblicitaria di Spotify che permette la creazione e la gestione

Leggi Tutto »
Torna su

Questo sito web utilizzi cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare traffico. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi