Lead magnet: cos’è e come usarlo

Un lead magnet è un’offerta speciale che puoi proporre al tuo pubblico di riferimento. Gratis? Non proprio. Ma quello che puoi richiedere in cambio è, principalmente, l’indirizzo e-mail di tutte quelle persone che approfittano della tua proposta e che – a seconda della bontà di quanto comunichi nella lead magnet landing page – potrebbero esser ben liete di fornire.

Insomma, dovresti già aver capito che il risultato che puoi ottenere con un lead magnet efficace è l’alimentazione di una lista di email con gli indirizzi di clienti potenziali o attuali che potrai poi sfruttare per le tue campagne di marketing. Non male, no?

Lead magnet marketing, perché è così importante? 

Dalle poche righe che abbiamo voluto condividere in apertura di questo approfondimento dovresti aver ben compreso come il lead magnet sia incredibilmente utile per un’efficace generazione di lead. I quali, ben inteso, sono i tuoi potenziali clienti, e rappresentano uno dei più ricorrenti obiettivi di content marketing.

Se hai già delle esperienze in questo ambito, dovresti ben sapere che le persone non sempre sono ben disposte a condividere le loro informazioni di contatto… tranne che non venga loro offerto qualcosa di utile in cambio. 

Insomma, forse gli utenti non si iscriveranno alla tua mailing list, ma potrebbero farlo se possono ottenere un ebook, un campione omaggio o altre gratuità.

Come creare un lead magnet b2b o b2c efficace?

Per creare un lead magnet b2b o b2c realmente efficace, puoi passare attraverso alcuni passaggi essenziali come:

  • definire chi sono le tue buyer personas
  • individuare una proposta di valore 
  • analizzare i tuoi concorrenti
  • scegliere un tipo di lead magnet efficace.

Esaminiamo brevemente ciascun punto.

Definire chi sono le tue buyer personas

Ogni attività necessita che siano create delle buyer personas, ovvero quel particolare individuo che potrebbe diventare il tuo cliente. Una buyer persona è una rappresentazione del cliente – tipo, basata su ricerche di mercato e sui dati dei clienti che hai già a disposizione, come età, sesso, lavoro, modelli di comportamento e così via. Ricorda che un lead magnet dovrebbe rivolgersi ad una sola buyer persona per volta.

Individuare una proposta di valore 

Hai già compreso perché dovresti scegliere la tua offerta se fossi nei panni dei clienti? Se non lo hai fatto, domandanti subito cosa puoi promettere ai tuoi lead, perché è molto più facile sviluppare una proposta di valore significativa se conosci il tuo target e i benefici del tuo prodotto.

Pensa dunque a ciò di cui la buyer persona potrebbe aver bisogno, e quindi riflessi su alcune caratteristiche che possono rendere la tua offerta quella migliore disponibile.

Analizzare i tuoi concorrenti

Non copiare mai le strategie dei tuoi rivali, ma osservale e diventane consapevole, perché potrebbero essere una buona fonte di ispirazione! 

Scegliere un tipo di lead magnet efficace

Pensa a un tipo di lead magnet da utilizzare. Rendilo chiaro ed efficace, concentrati sui tuoi punti di forza e rivelali ai tuoi lead. Infine, dai la priorità alla velocità: oggi i consumatori desiderano capire che puoi risolvere il loro problema molto velocemente!

Ciò premesso, alcuni tipi ricorrenti di lead magnet includono la possibilità di ottenere ebook, partecipare a webinar, disporre di una prova gratuita o di una versione demo di un prodotto, fruire di video tutorial, ottenere sconti e offerte speciali, e così via. 

Conclusioni 

Una volta che hai concluso con successo gli step di cui sopra, non ti rimarrà altro da fare che cercare di mettere in pratica gli spunti che hai precedentemente formalizzato.

Se vuoi saperne di più su come individuare e applicare un buon lead magnet, ti ricordiamo che il nostro team è a tua disposizione ai recapiti che trovi in ogni pagina del sito.

Articoli correlati

piramide di keller
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Keller, cos’è e come valuta la brand equity

Da decenni la piramide di Keller, o piramide della brand equity, è uno dei migliori standard per comprendere la customer-based brand equity e, dunque, aiutare operatori e imprese a capire come possono raggiungere meglio il proprio pubblico, generare una base di clienti fedeli e aumentare i profitti. Ma cos’è la piramide di Keller? E cos’è la brand equity?

Leggi Tutto »
piramide di aaker
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Aaker: cos’è e come misura la fedeltà dei clienti

La fedeltà a un marchio può essere sinteticamente riassunta nel comportamento di quei clienti che preferiscono ricorrere a uno stesso brand piuttosto che cedere alle lusinghe della concorrenza, facendo così degli acquisti ripetuti nel tempo. Ma perché un cliente dovrebbe diventare fedele a un marchio? E cosa c’entra in tutto questo la piramide del brand awareness di David Aaker?

Leggi Tutto »
brand awareness
Digital Marketing
Marketing Formula

Brand awareness: significato

Ne hai sempre sentito parlare ma non hai mai compreso esattamente di cosa si tratti? Ebbene, il concetto di brand awareness è oggi talmente utilizzato e diffuso che non avrai certamente grande difficoltà nell’individuare qualche autorevole definizione che possa permetterti di comprendere che cos’è la brand awareness e quali siano gli elementi che contraddistinguono e influenzano tale

Leggi Tutto »
Torna su

Questo sito web utilizzi cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare traffico. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi