Come generare lead? Consigli per un funnel marketing efficace

Come generare lead? Sicuramente questa è una domanda che sovviene quando si vuole creare un profitto, infatti generare contatti utili è sempre più difficile e ve ne sarete resi conto se avete un’impresa.

Bisogna attirare nuovi visitatori, convincerli a lasciare i loro dati, convertirli poi in clienti e fidelizzarli, fare in modo che tornino perché soddisfatti.

Quindi come generare lead efficaci, che diventino poi acquirenti? Ci viene in soccorso tutto il processo legato all’inbound marketing, che vede come protagonista il possibile cliente.

Si creano quindi contenuti di alto valore, per gli utenti, convincendoli poi a lasciare i propri dati in cambio di qualcosa – solitamente sono e-book, guide, consulenze e similari.

Questo in maniera molto semplificata. In realtà occorre strutturare molto bene la campagna in grado di creare contatti se vogliamo che sia realmente efficace.

Scopriamo come generare lead in poche semplici mosse!

I dieci passaggi per generare lead

I nuovi contatti sono importantissimi per un’azienda. Essi possono trasformarsi in clienti e portare a un chiaro aumento del fatturato. Tutte le azioni volte a conquistare nuovi contatti mirano a questo: la vendita.

Pertanto è necessario generare contatti altamente profilati e per farlo bisogna seguire alcuni passaggi, che miglioreranno le prestazioni delle vostre campagne di inbound marketing da subito.

Ecco come generare lead utili per il vostro brand:

  1. migliorare la posizione della call to action;
  2. offerta chiara;
  3. usare immagini e non solo testo;
  4. colori contrastanti;
  5. diversificare le call to action;
  6. call to action anche nel blog;
  7. form contatti semplice;
  8. testi concisi;
  9. eliminare link esterni;
  10.  creare una pagina di ringraziamenti.

Vediamo nel dettaglio come generare lead seguendo questi consigli, cercando di applicarli alla nostra strategia di marketing.

Come generare lead: alcuni consigli utili

Se intendete promuovere la vostra attività attraverso una landing page, da inserire all’interno del percorso del vostro funnel marketing, ricordate di posizionare ben in alto la vostra “chiamata all’azione”.

Il visitatore non deve arrivare al fondo della pagina per capire cosa deve fare per ottenere la soluzione al suo problema. La call to action dev’essere ben visibile.

La call to action presenta sempre un’offerta: assicuratevi che sia chiara. Se invitate a scaricare una guida gratuita, per esempio, specificate a cosa serve. Non siate anonimi.

Nel creare la chiamata all’azione, ricordate di usare dei colori in contrasto con il resto della pagina: deve risaltare e confondersi col resto.

Ma i consigli su come generare lead non finiscono qui!

Ricordate anche di diversificare le CTA. Ogni servizio o prodotto deve averne una propria, non potete farne una per servizi o prodotti diversi.

Se gestite un blog aziendale, ricordate di sfruttare il potere della call to action anche nei post. Usatelo per invitare il visitatore a visitare la pagina dell’offerta che state promuovendo.

Per generare lead occorrono, poi, form di contatto molto semplici. Non chiedete troppe informazioni, o farete scappare il visitatore a gambe levate. Chiedete solo quello che occorre realmente.

Non abbiamo finito! Se volete scoprire come generare lead continuate a leggere.

Nel creare il testo della landing page, ricordatevi di essere concisi, di fornire spiegazioni chiare sul vostro prodotto o servizio, utilizzando toni che enfatizzino le sue proprietà. Parlate dei benefici, perché i contatti cercano questo!

Evitate di inserire dei link che possano distrarre i visitatori. La pagina con la vostra offerta dev’essere unica, senza link esterni.

Ultima mossa per generare lead è quella di creare una pagina di ringraziamenti per tutti coloro che lasceranno i dati. Nella thank you page potrete inserire nuove call to action per fornire più informazioni possibili ai contatti appena conquistati.

Ora che avete capito come generare lead, dovrete pensare a mantenerli e potrete farlo attraverso l’invio di messaggi personalizzati, portandoli così alla tanto sperata conversione.

Articoli correlati

Web Advertising
Digital Marketing
Marketing Formula

Web Advertising: cos’è? Chi è il web advertiser?

Da diversi anni il modo di comunicare, informarsi e interagire è cambiato, oggi le aziende devono intercettare il proprio target utilizzando una comunicazione prevalentemente online. L’utilizzo diffuso dei dispositivi mobili e l’evoluzione delle reti internet, ha portato oltre il 90% dei consumatori a spostare l’attenzione online, in particolar modo, quando si tratta di acquistare un

Leggi Tutto »
campagne dem
Digital Marketing
Marketing Formula

Cosa sono e come usare le campagne DEM?

Le campagne DEM sono uno dei tanti strumenti di marketing a disposizione delle aziende e dei professionisti per far crescere il business. L’utilizzo delle DEM può avere diverse finalità, tra cui quella di migliorare il dialogo con i propri clienti e di proporre offerte mirate e di reale interesse per il proprio pubblico. In particolare,

Leggi Tutto »
spotify advertising
Digital Marketing
Marketing Formula

Come utilizzare la piattaforma di annunci Spotify Advertising

Spotify conta più di 400 milioni di utenti attivi in tutto il mondo e quasi 170 milioni utilizzano un account premium. Un utente trascorre mediamente circa 3 ore al giorno su Spotify, con questi numeri è facile intuire l’importanza di Spotify Advertising. Parliamo della piattaforma pubblicitaria di Spotify che permette la creazione e la gestione

Leggi Tutto »
Torna su

Questo sito web utilizzi cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare traffico. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi