Come creare un ecommerce?

Sono sempre di più gli italiani che hanno ben compreso quali siano le potenzialità di fare business online e, di conseguenza, ci domandano come creare un ecommerce.

Come puoi ben intuire, per scoprire come creare un ecommerce non bastano poche righe ma… abbiamo comunque cercato di condividere tutto l’essenziale che dovresti conoscere per comprendere come creare un ecommerce di successo ed evitare di prendere delle strade che, invece, non sarebbero particolarmente produttive di buoni risultati. Andiamo con ordine!

Come creare un ecommerce: parti dal prodotto o dal servizio

Come intuibile, ancora prima di comprendere come realizzare un sito ecommerce, dovresti cercare di capire che prodotto o servizio ti conviene vendere. Stabilire cosa vendere è evidentemente la parte più difficile del tuo nuovo business sul web ma, di contro, è anche una di quelle fasi che non potrai certo sottovalutare.

Inizia dunque con una fase di brainstorming, valuta ogni singola idea, procurati dei prototipi o degli esempi da analizzare con attenzione e, senza fretta, decidi poi se convenga o meno andare avanti con questo progetto.

come creare un ecommerce

Realizza un business plan

Una volta che hai trovato il prodotto giusto da vendere, hai valutato il potenziale e hai scoperto in che modo ti puoi garantire una fornitura adeguata e regolare della merce, è tempo di procedere con il business plan. Studia i tuoi concorrenti, i potenziali clienti e tutti gli altri elementi che influenzeranno il tuo contesto operativo. Occupati di redigere una buona presentazione del prodotto e domanda sempre una consulenza accurata agli esperti di ogni singola area con la quale avrai a che fare (contabile, comunicazione e marketing, sviluppo sito web, e così via).

Predisponi la tua attività

Si arriva dunque a dover predisporre le basi della tua attività, legali, fiscali e contabili. Scegli nome, logo e altri elementi del brand, costruisci il tuo e-commerce (meglio se lo lasci fare a chi se ne occupa tutti i giorni come professione principale, e che condividerà conte come creare un ecommerce con WordPress o usando altri strumenti più avanzati) e, insomma, compi tutte le attività che sono necessari per preparati al momento del lancio del prodotto o del servizio sul mercato.

Inizia a vendere!

Superata anche la fase di cui sopra, non ti rimane altro da fare che rompere gli indugi e lanciare il tuo prodotto sul mercato. Si tratta di un momento molto delicato ed emozionante, che dovresti compiere con la giusta consapevolezza e dopo aver compiuto tutte le attività preliminari che sopra abbiamo brevemente riassunto (gli esperti ci perdoneranno qualche eccessiva sintesi!).

Naturalmente, con il lancio del tuo prodotto sul mercato la tua strada verso il successo è solamente all’inizio. Dovrai infatti gestire tutte le interazioni con la potenziale e nuova clientela, continuare a monitorare il mercato, effettuare delle revisioni della tua strategia di comunicazione e tanto altro ancora.

Conclusioni

Come abbiamo avuto modo di riassumere nelle scorse righe, le attività che dovresti compiere per poter lanciare un sito di commercio elettronico sono davvero numerose e, in fondo, sapere come creare un ecommerce con WordPress, Shopify, Prestashop o altre suite, è la parte meno complicata.

Buona parte del tuo successo dipenderà infatti dalle attività preliminari, dallo studio e dalla consulenza che otterrai ancora prima di predisporre il lancio del prodotto sul mercato.

È proprio per questo motivo che ti consigliamo di agire con la dovuta calma, evitando di farti prendere da euforie ed eccitazioni che potrebbero farti sottovalutare alcuni aspetti dei piani di impresa, portandoti rapidamente a compiere dei passi falsi.

Se vuoi saperne di più su come possiamo darti una mano in questo faticoso (ma soddisfacente!) percorso, ti consigliamo di contattarci ai recapiti che trovi in ogni pagina del nostro sito. 

Articoli correlati

piramide di keller
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Keller, cos’è e come valuta la brand equity

Da decenni la piramide di Keller, o piramide della brand equity, è uno dei migliori standard per comprendere la customer-based brand equity e, dunque, aiutare operatori e imprese a capire come possono raggiungere meglio il proprio pubblico, generare una base di clienti fedeli e aumentare i profitti. Ma cos’è la piramide di Keller? E cos’è la brand equity?

Leggi Tutto »
piramide di aaker
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Aaker: cos’è e come misura la fedeltà dei clienti

La fedeltà a un marchio può essere sinteticamente riassunta nel comportamento di quei clienti che preferiscono ricorrere a uno stesso brand piuttosto che cedere alle lusinghe della concorrenza, facendo così degli acquisti ripetuti nel tempo. Ma perché un cliente dovrebbe diventare fedele a un marchio? E cosa c’entra in tutto questo la piramide del brand awareness di David Aaker?

Leggi Tutto »
brand awareness
Digital Marketing
Marketing Formula

Brand awareness: significato

Ne hai sempre sentito parlare ma non hai mai compreso esattamente di cosa si tratti? Ebbene, il concetto di brand awareness è oggi talmente utilizzato e diffuso che non avrai certamente grande difficoltà nell’individuare qualche autorevole definizione che possa permetterti di comprendere che cos’è la brand awareness e quali siano gli elementi che contraddistinguono e influenzano tale

Leggi Tutto »
Torna su

Questo sito web utilizzi cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare traffico. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi