Brand Positioning: cos’è e come si fa?

Il brand positioning è ciò che può definire il posizionamento di un brand attraverso la valutazione di alcuni criteri fondamentali come:

  • lo scopo: perché esiste la tua attività e quale valore crei;
  • la proposta: cosa prometti di offrire;
  • la personalità: come comunichi e come ti comporti nel tuo ecosistema di riferimento.

Certo, non è questa, probabilmente, la definizione di brand positioning più ortodossa che tu possa trovare. E, peraltro, gli esempi di brand positioning sono tantissimi e molto diversi tra di loro.

Vogliamo tuttavia oggi proporti un approfondimento molto semplice sul posizionamento di brand, comprendendo come puoi effettuare un buon brand positioning Italia soffermandoti sui punti sopra appena introdotti.

Lo scopo del brand positioning

In termini estremamente sintetici, il primo punto dell’elenco del precedente paragrafo è riassumibile in perché. Ovvero, per quale motivo il tuo brand esiste? Qual è la tua finalità? Ricorda che è il tuo scopo, o scopo sociale, il cuore della tua brand strategy. 

La proposta

A ben vedere puoi posizionare il brand anche partendo da cosa fai e cosa offri. Sii molto chiaro dinanzi a questo elemento, perché la natura della tua proposta, chiara e diretta, influenzerà notevolmente il tuo brand. 

La personalità

Chiudiamo infine con il terzo punto, quello legato alla personalità. Soprattutto nel caso in cui dovessi notare che i prodotti e i servizi che stai proponendo sono piuttosto simili a quelli di altri operatori, allora puoi ben scegliere di posizionare il tuo brand anche mediante il ‘come’ fai quello che fai, il tuo stile e la tua personalità. Prova a dare uno sguardo agli esempi di brand positioning con cui ti raffronti ogni giorno: scoprirai che spesso il servizio offerto è lo stesso, ma la proposta avviene con l’emanazione di una diversa personalità ed esperienza per il cliente.

La valutazione dei tuoi concorrenti

Nelle attività di brand positioning svolge un ruolo particolarmente importante anche l’analisi dei tuoi concorrenti. Effettuare un’analisi di mercato dei principali brand che affollano il tuo settore è fondamentale per identificare i punti di forza e di debolezza dei competitor e, sulla base di questi elementi informativi, riuscire a individuare le migliori posizioni di differenziazione, posizionando il brand in modo più accorto ed efficace.

Sempre in questo ambito di analisi potrebbe essere utile considerare la creazione di una mappa mentale che possa tradurre in realtà e in elementi tangibili come percepisci i brand del tuo settore di riferimento, ponendo poi tali valutazioni di fianco a quelle che ti permetteranno di comprendere come vorresti che le persone percepissero il tuo marchio, per vedere come si rapportano gli uni agli altri.

Brand positioning e comunicazione

Infine, ricorda che una volta concordata una strategia di brand positioning , diventa fondamentale per l’azienda cercare di assicurarti che mediante una comunicazione coerente del marchio, dentro e fuori l’organizzazione, sia possibile perseguire l’obiettivo di rafforzamento dell’immagine che desideri che le persone abbiano dei tuoi prodotti, dei tuoi servizi e dell’intera tua attività. Solamente in questo modo potrai costruire il giusto posizionamento nella mente delle persone.

Fin qui, alcune brevi analisi sul brand positioning. Abbiamo definito sinteticamente il posizionamento del marchio, quali siano i principali elementi di valutazione su cui dovresti soffermarti e ciò che può condizionare meglio il tuo posizionamento.

Naturalmente, se vuoi saperne di più su questo tema e vuoi scoprire in che modo possiamo darti una mano nel posizionare correttamente il tuo brand, non esitare ulteriormente e contattaci: i nostri esperti saranno ben lieti di valutare insieme che cosa possiamo fare per stabilire e rafforzare il tuo brand positioning, in linea con i tuoi obiettivi e con le finalità che sceglierai di formulare. 

Articoli correlati

piramide di keller
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Keller, cos’è e come valuta la brand equity

Da decenni la piramide di Keller, o piramide della brand equity, è uno dei migliori standard per comprendere la customer-based brand equity e, dunque, aiutare operatori e imprese a capire come possono raggiungere meglio il proprio pubblico, generare una base di clienti fedeli e aumentare i profitti. Ma cos’è la piramide di Keller? E cos’è la brand equity?

Leggi Tutto »
piramide di aaker
Digital Marketing
Marketing Formula

Piramide di Aaker: cos’è e come misura la fedeltà dei clienti

La fedeltà a un marchio può essere sinteticamente riassunta nel comportamento di quei clienti che preferiscono ricorrere a uno stesso brand piuttosto che cedere alle lusinghe della concorrenza, facendo così degli acquisti ripetuti nel tempo. Ma perché un cliente dovrebbe diventare fedele a un marchio? E cosa c’entra in tutto questo la piramide del brand awareness di David Aaker?

Leggi Tutto »
brand awareness
Digital Marketing
Marketing Formula

Brand awareness: significato

Ne hai sempre sentito parlare ma non hai mai compreso esattamente di cosa si tratti? Ebbene, il concetto di brand awareness è oggi talmente utilizzato e diffuso che non avrai certamente grande difficoltà nell’individuare qualche autorevole definizione che possa permetterti di comprendere che cos’è la brand awareness e quali siano gli elementi che contraddistinguono e influenzano tale

Leggi Tutto »
Torna su

Questo sito web utilizzi cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare traffico. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi